^

Inochi

  • Facebook
  • Twitter
  • Google+
  • Pinterest

Bioedilizia

Bioedilizia

L'esigenza di tutela dell'ambiente (utilizzo di materie prime e smaltimento di rifiuti prodotti dall'edilizia), di tutela della salute (rilascio di sostanze tossiche all'interno degli ambienti costruiti), di risparmio energetico (dipendenza da fonti energetiche non rinnovabili, effetto serra, alti costi di gestione termica) trovano oggi convergenza in quella corrente comunemente chiamata BioEdilizia. Per l'opinione pubblica, l'aspetto salutistico ha fatto da catalizzatore nello sviluppo e diffusione dell'idea di BioEdilizia in quanto gli aspetti relativi alla tutela ambientale e del risparmio energetico erano da tempo già conosciuti in altri ambiti diversi. Negli ultimi anni nell'abitare sono emersi molti degli effetti negativi legati all'uso spesso incauto e spropositato dei prodotti dell'industria chimica. Ciò ha destato molte preoccupazioni e conseguentemente si è avuta una forte crescita della sensibilità per l'impiego di materiali non nocivi ed ecologici nell'edilizia. Una volta innescatosi, il processo di ri-analisi del modo attuale di concepire l'edilizia, ha fatto riemergere anche le problematiche di impatto ambientale e di consumo.